Archivi tag: riproponendo

Lentamente…


Lentamente scandisce le note la silente notte… Una luna di carta l’eterna melodia intona… Sul seràfico declino i suoi bagliori piega, attendendo che il domani approdi… © Rosemary3 http://www.masterworksfineart.com  Rene Magritte Lithograph, La page blanche

Pubblicato in poesia, post guidato | Contrassegnato | 4 commenti

Ultima domenica di agosto…


All’orizzonte, sospinte da un dolce zefiro, due bianche vele… Del mare ne catturo il perpetuo moto e i miei pensieri intrufolo nei giochi di un infante ignaro che con la sabbia i suoi sogni plasma… L’assorta mamma, osserva ed un’amara … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 4 commenti

La pioggia


(foto web) # La pioggia lontano pensiero schiusa da semi sciolti ricordo di preghiere spente.  * Il cielo si nasconde dal vento e sui rami appende i volti dei sogni. *  Mutano le stagioni con i passi svelti dietro le … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 7 commenti

Big bang


(foto web) # Dal silenzio, nasci tu. Rinasce il tuo silenzio. © Omar Arcobaleno

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 7 commenti

Rosa senza profumo


(foto web) # Ho parlato anche troppo. A cosa servono le parole, se non sono ascoltate. A cosa servono le lacrime, se per quello che piange, ti schiaffeggia ancora e ancora. Inutili i sorrisi che non superano la gabbia dei … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 5 commenti

Lontana alba


(foto web) # Quanto è lontana l’alba, il tempo perde la sua identità in gocce di realtà costretta a convivere nell’angolo delle spine. * Intorno al rudere il fumo si fa nebbia acceca l’istinto ci regala confusione. * Parlano, parla … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 7 commenti

Non chiedermi chi sono


(foto web) # Non chiedermi dove vago il vento ignora il cielo prima che parte il viaggio. * Le vie che percorro sanno delle pagine dove le lacrime mutano in spighe. * Accompagno il tempo al tempo d’una fiaba dove … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 8 commenti

Bollicine randagie


(foto web) # Soffio che prende forma di parole non dette sfidano la gravita del silenzio per colmare il pianto. * Solo il cielo culla la trasparenza leggera per un volo sofferto nel racconto già finito. * Come farfalle ballano … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 9 commenti

Ricordi d’estate…


Sfoglio ricordi nell’album dell’estate che nel suo languóre coltri di intriganti sogni cede… Sulla battigia il rèfolo con la sua voce tenera racconta storie di crepùscoli… Bróntola una crepa che pian piano occhieggia, lasciando un varco ai docili respìri…  © … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 5 commenti

Gocciolare d’ore


(foto web) # La luna culla la notte e le stelle che pettinano il silenzio nel ramo di un azzurro smarrito sotto, gli sguardi solitari pregano. * Il faro sorveglia il mare sbadiglia sorridendo all’orizzonte chiama i viandanti soppressi e … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 4 commenti

Acrostico Settembre


  Settembre il mese che ha due stagioni Estate che finisce autunno che inizia Tornano i ragazzi sui banchi di scuola Tutti riprendono il ritmo quotidiano Entra la bilancia dopo la vergine Mosto diventa uva con la vendemmia Bel tripudio … Continua a leggere

Pubblicato in acrostico | Contrassegnato | 11 commenti

Ultima domenica d’agosto…


All’orizzonte, sospinte da un dolce zefiro, due bianche vele… Del mare ne catturo il perpetuo moto e i miei pensieri intrufolo nei giochi di un infante ignaro che con la sabbia i suoi sogni plasma… L’assorta mamma, osserva ed un’amara … Continua a leggere

Pubblicato in Dedica, poesia | Contrassegnato | 13 commenti

La mia ombra…


Ascolto la mia ombra parlar e la verità m’angoscia: silenzioso dialogo che carpìsce attimi d’abisso sull’infinita scala dei rimpianti… Làngue la speranza e strisce ingiallite dal tèmpo della memoria tremolano sull’arruffata anima… Gèlide parate di un cuore errabondo che anèla … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 6 commenti

La Nostra Commedia


L aboratorio di A mici che con N aturalezza O ffrono S tralci di T uffi nei R icordi A utentici C ustodendo O ltremodo M omenti M agici di E mozioni D ipinte I n versi A vvolgenti © … Continua a leggere

Pubblicato in acrostico, Dedica | Contrassegnato | 6 commenti

L’implacabile sacerdotessa (la speranza)…


Sibillina ed amletica, infonde negli arpionàti cuori un velo di sacrileghe aspettative dilapidandone l’ìntimo acùleo. A volte implacàbile, spiffera lo sfacelo sgomentando, tra le sue allettanti crepe, lo scrosciànte epilogo… Un risarcimento ben poco onesto che fa di essa una … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | 4 commenti

Acrostico tempo perso


TEMPO PERSO T empo sull’altare della vita E terno divenir di giorni M edico benevolo P oeta di te stesso O mbra gentile P entagono di sole E merge da strade dimenticate R imani ancora Tempo, rimani. S enza significato … Continua a leggere

Pubblicato in acrostico | Contrassegnato | 3 commenti

Temuta attesa…


Canto rubato al silenzio del cuore, rubato al rumor della mente, all’anima ansante che della vita geme l’attesa dei remoti dì… © Rosemary3 blog.libero.it

Pubblicato in Petalo del Passato | Contrassegnato | 6 commenti

Settembre…


Un simpatico modo per salutare settembre… Sembrerà strano, ma qui da noi, in Sicilia, ancora siamo in piena stagione estiva… Il mare è uno spettacolo stupendo e la spiaggia, che continua ad essere invasa da bagnanti, appare come un prato … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | Contrassegnato | 3 commenti

Autunno…


L’estate finita porta via con sé le abbaglianti magie… Settembre avanza soavemente con rosseggianti manti. L’aria, delicatamente avvolta da acri aromi, si diffonde pregnante di poliedrici richiami: un’ebbrezza che ubriaca, esaltandone la logora luce… I lunghi filari pendono sotto il … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, post guidato | Contrassegnato | 4 commenti

Le panelle di don Ciccio


Ogni mattina facevamo la stessa strada, io e papà, scuola e caserma erano vicine. Si andava sempre per via Dossuna, proprio all’inizio c’era una friggitoria, piccola tutta bianca e pulitissima e Ciccio, un ragazzetto poco più grande di me, dava … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | Contrassegnato | 6 commenti