Archivio dell'autore: annachiappero

Informazioni su annachiappero

Sono nata il 12/01/ 1938, ho ricevuto un educazione piuttosto rigida, improntata a quei principi che a quei tempi costituivano i fondamentali del vivere civile.La mia vita é stata abbastanza complicata, un matrimonio sbagliato, un divorzio affrontato negli anni settanta, con tutte le complicazioni del caso. Le solide basi che i miei genitori mi hanno dato, seppure allora da me contestate, mi hanno sostenuta in tutti i passaggi difficili che ho dovuto attraversare. Ho un figlio di 48 anni, che mi sono allevata da sola e che considero la cosa più bella e la migliore realizzazione della mia vita. Ho un nipote che ha 20 anni ed é splendido come suo padre. Amo L'arte in tutte le sue espressioni, adoro la musica classica, in gioventù ho suonato il pianoforte, ed ho coltivato, con successo, questa passione in mio nipote. Dipingo, i miei quadri materici prevalentemente eseguiti con la spatola, sono pieni di colore e di calore. AMO GLI ANIMALI, ho tre cani:Gulliver che il giorno di Natale compirà 15 anni é cardiopatico,cieco e sordo, vive grazie alle cure, ma soprattutto all'amore da cui é circondato e che lui ricambia in modo assoluto, per me é un vero compagno.Lola e Red, che provengono da canili diversi ed hanno un passato tragico, da quando sono con me stanno ,se non dimendicando almeno allontanandone il doloroso ricordo. Spero che queste briciole di vita riescano a presentarmi a tutti gli amici della nostracommedia. anna.

Una donna..una grande luce


Impossibile non farle caso, una personcina minuta, i capelli biondi che le sfiorano le spalle, le coprono in parte il viso dai tratti delicati, raffinati sul quale spiccano due bellissimi occhi azzurri che esprimono tanta vivacità. Entra in albergo con … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 4 commenti

Le zanzare hanno messo il silenziatore


Ormai è appurato, tutto è cambiato, il mondo pare essersi capovolto, se non riesci a seguire rapidamente le variazioni che subisce il linguaggio, non comprendi nemmeno più i tuoi nipoti, l’etica sembra si sia dissolta in un mare di oscenità, … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 10 commenti

Zio “Camola”


Torno spesso col pensiero ad un grande uomo, che ho conosciuto il giorno della mia nascita e mi ha accompagnata per un lungo tratto della mia vita. Un secondo padre, un amico premuroso e gentile, un sapiente medico, una persona … Continua a leggere

Pubblicato in pensiero | 6 commenti

Un maialino sotto i bombardamenti


Avventura tragi-comica avvenuta nel 1943. Durante la guerra, sfollati a Reano, mio padre oltre a lavorare a Torino, sottoponendosi a enormi fatiche andando avanti e indietro sulla sua bicicletta, si preoccupava enormemente per la mancanza di cibo e quando si … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 9 commenti

Un Paese-presepe


In occasione delle festività  natalizie, un paese della valle di Susa, si trasforma in un vero e proprio presepe. Venaus, circa mille abitanti, poco distante dalle alte vette, paradiso di sciatori che affollano  località turistiche meravigliose, si organizza, per mantenere … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 8 commenti

Gli occhi di Red


Quando è entrato nella nostra vita era un grande ammasso di peli arruffati, la sua pelle piagata appariva a chiazze, il suo fisico scarno mostrava impietosamente la  colonna vertebrale , il suo splendido muso spiccava in un corpo devastato dalla … Continua a leggere

Pubblicato in racconto | 7 commenti

Natale in “sordina”


Questi  giorni che precedono la festa più bella ed attesa dell’anno, mi appaiono opachi, poche luci piuttosto modeste nelle vetrine, poca gente nei negozi ed è gente più attenta al cartellino del prezzo  che all’oggetto che viene presentato;  il desiderio … Continua a leggere

Pubblicato in Dedica, pensiero, post guidato | 7 commenti