Castello di Fiumefreddo Bruzio… Calabria



Che spettacolo meraviglioso. !!!

Dal Castello la vista del mare è magnifica. Solo ruderi ormai ma la magia rimane

@ Orofiorentino

Un’altra visuale dei ruderi

e per finire…

Ultima foto è…http://mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medium/82445937.jpg

Annunci

Informazioni su orofiorentino

HO 66 ANNI, AMO LA POESIA, LEGGERE, SCRIVERE, VIAGGIARE E TANTE...TANTE ALTRE COSE
Questa voce è stata pubblicata in castelli, Iniziativa estiva 2015, pensiero. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Castello di Fiumefreddo Bruzio… Calabria

  1. Rosemary3 ha detto:

    Stupendo reportage di immagini per questosplendido castello, supportato da bellissimo pensiero…
    Ros

  2. tinamannelli ha detto:

    E’ vero la magia rimane…e poi che mare da sogno! Bellissimi anche se sono ruderi…ottima scelta
    Complimenti

  3. jalesh ha detto:

    Spettacolare incantevole posto mare meraviglioso. Ottima scelta. Complimenti
    Notizie prese dal web:
    Il castello di Fiumefreddo, detto anche castello della Valle, è il castello di Fiumefreddo Bruzio, paese in provincia di Cosenza, nell’area del basso Tirreno cosentino. Dal 2005 il paese è annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Il castello fu fondato nel 1201.
    Nel 1531 il feudo di Fiumefreddo venne donato da Carlo V d’Asburgo al marchese Ferdinando De Alarçon-Mendoza. Questi fece rimodernare il castello per uso residenziale secondo il gusto tardorinascimentale dell’epoca: a questa fase di interventi risale il portale d’ingresso michelangiolesco.
    Nel 1806-1807 il castello subì un duro assedio dalle truppe napoleoniche, analogamente ai vicini paesi di Belmonte Calabro (assedio di Belmonte del 1806-1807) ed Amantea (assedio di Amantea del 1806-1807). In quella occasione fu quasi completamente distrutto.[2] Fiumefreddo, difesa dal vice-preside della provincia di Calabria Citra Giovanni Battista De Micheli, si arrese il 12 febbraio 1807.
    Ad oggi, l’unica parte del castello interamente recuperabile (ed in parte già accessibile) sono i sotterranei.
    Dichiarato “Monumento Contro Tutte le Guerre”, con delibera comunale del 26 novembre 2006, nonostante il restauro le cannonate del generale Renyer sono ancora ben visibili.
    Alla metà degli anni Settanta Salvatore Fiume volle rivitalizzare il paese disseminando sue opere per le strade e nei monumenti: al castello dipinse le pareti di una sala, all’epoca scoperchiata ed oggi restaurata e coperta. Nel Castello della Valle “La Stanza dei desideri” “è sicuramente il suo capolavoro, i ruderi delle mura sono ricoperti da dipinti che illustrano il “sogno dell’artista su Fiumefreddo” e due sculture, dedicate alla vita del passato, sembrano osservare la magia di quei dipinti”, ha scritto qualche tempo fa sulle pagine della rivista Mythos il giornalista Sergio Zanardi
    Oggi le due sculture sono state spostate presso la Sala Consiliare e gli affreschi, che iniziavano a risentire del passare del tempo, sono interessati da un approfondito restauro.
    https://it.wikipedia.org/wiki/Castello_della_Valle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...