Lago San Giuliano


Il lago di San Giuliano è un invaso artificiale creato per irrigare le campagne della zona,
grazie ad un programma economico di aiuti (piano Marshall) Col tempo il lago ha attirato numerose specie di uccelli acquatici, rendendo necessaria la creazione di un oasi per tutelare le specie. Nel 2006 fu rinvenuto sulle sponde del lago lo scheletro fossile di balena. Recuperato è in attesa di sistemazione. Il lago e la sua oarsi sono visitabili con una guida. Penso sia un luogo va vedere per la ricchezza di bellezze naturali e credo anche per la tranquillità che un lago sa dare.

Birdwatching uno sport di tutto riposo. Pazienza, cercare di muoversi il meno possibile, abiti e scarpe adatte, un binocolo e aspettare.

Lago San Giuliano- Matera (Basilicata)

Immagine http://www.basilicatavacanze.com- http://www.vacanzeinbasilicata.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2015, laghi, pensiero, post guidato. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Lago San Giuliano

  1. tinamannelli ha detto:

    CENNI STORICI:
    La storia della riserva regionale San Giuliano è legata alla nascita dell’omonimo invaso artificiale creato per scopi irrigui dallo sbarramento del fiume Bradano negli anni tra il 1950 ed il 1957 grazie al programma economico di aiuti del piano Marshall. La presenza del lago ha attirato sin dal principio numerose specie di uccelli acquatici, rendendo necessarie iniziative volte alla tutela dell’area. Così nel 1976 il lago di San Giuliano è diventato Oasi di protezione della fauna, e nell’anno successivo è stato apposto il vincolo paesaggistico. Nel 1989 il WWF Italia ha ottenuto, tramite convenzione con il Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, concessionario dell’area, la gestione naturalistica, istituendo un’oasi.Dal 1991 il tratto della gravina del Bradano che si trova a valle dell’invaso è entrato a far parte del Parco della Murgia Materana. Inoltre la regione Basilicata, al fine di rafforzare le azioni di tutela, ha istituito nel 2000 una Riserva naturale orientata affidandola in gestione alla Provincia di Matera. È stata dichiarata dal Ministero dell’Ambiente area SIC (Sito di interesse comunitario) ed area ZPS (Zona di protezione speciale)[2]; infine nel maggio 2003 è stata inserita con decreto ministeriale nell’elenco delle zone umide italiane previste dalla Convenzione di Ramsar per la conservazione delle aree di interesse internazionale per la fauna acquatica
    Per continuare: https://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_regionale_San_Giuliano

  2. orofiorentino ha detto:

    Questi invasi diventano comunque davvero belli oltre alla necessità vera e propria. Brava cara

  3. jalesh ha detto:

    Utilissimo per la zona è proprio un bellissimo posto. Complimenti Notizie interesanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...