Isola di Procida: abbazia di San Michele Arcangelo


Splendida veduta l’abbazia sorge a picco sul mare.

Annunci

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in abbazie, Iniziativa estiva 2015, pensiero. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Isola di Procida: abbazia di San Michele Arcangelo

  1. jalesh ha detto:

    Notizie prese dal web:
    L’Abbazia di San Michele Arcangelo sorge sul promontorio di Terra Murata, a picco sul mare a circa 91 metri d’altezza. L’imponente complesso abbaziale testimonia il ruolo che aveva in passato quale centro religioso e culturale dell’isola.
    Nata come monastero benedettini fu da questi dedicata al culto di San Michele Arcangelo.
    Nella seconda metà del XV secolo, l’Abbazia fu secolarizzata, cioé affidata in commenda a cardinali che, nel corso dei secoli, la arricchirono ed ampliarono ripetutamente. L’intero complesso abbaziale si articola su due livelli: la chiesa (piano superiore) ed il complesso abbaziale (piano inferiore). Interessanti le segrete dove ha sede il complesso museale e la biblioteca, le aree di sepoltura e il luogo di riunione delle confraternite dell’isola.
    Il venerdì santo l’Abbazia è protagonista di un appuntamento carico di emozione: la processione de I Misteri di Procida. Carri con Sculture in carta pesta raffiguranti scene dell’antico testamento o del Vangelo, insieme alle statue del Cristo e dell’Addolorata, vengono trasportati a spalla dagli isolani vestiti di bianco e turchese. Le marce funebri e il corteo degli angioletti di 2 anni vestiti di nero e dorato si concludono con la famosa funzione dell’Agonia nell’Abbazia di San Michele. http://www.incampania.com/turismo.cfm?Menu_ID=183&Sub_ID=218&Info_ID=3789

  2. Rosemary3 ha detto:

    Bellissimo ed esauriente pensiero su questa splendida abbazia a Procida…
    Ros

  3. Tiferett ha detto:

    Che meraviglia

  4. tinamannelli ha detto:

    Ad un passo dal cielo..bellissima abbazia, interessanti le notizie, davvero da vedere. Complimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...