Al mare una carezza


Da un dipinto di Marisa Cipolla

Al mare una carezza

Solinga si pone, sull’acqua antichi occhi

solitudine avanza tra gli specchi dell’alba

ancorata tra le onde, della vita i rintocchi

nei fruscii di melodiche aperture sonanti.

Al mare una carezza

azzurro evocato, invaso della malinconia

che tenue s’adagia con battito d’afonia

tra i cristalli di poesia donata in brezza.

La chiglia sospira a omertosi venti,

respira nel dondolio immerso tra i crepuscoli

mentre refolo di voce s’ode leggero nell’animo

con brividi a scendere tra le pagine assenti

su bagliori posti agli orizzonti vedenti.

Triangolo di luce illumina, planato cuore fende

solitario resta a contemplare la luna,

raminga va sola, la sagoma si sperde nello spazio

tra le linee del destino… alla deriva d’una esistenza

col mare che dona la sua perenne tenerezza.

Giovanni Monopoli

Copyright © poesie mie: Giovanni Monopoli

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Al mare una carezza

  1. jalesh ha detto:

    Una stupenda interpretazione e descrizione dello splendido dipibto di Marisa Cipolla. Versi incantevoli di grande bravura. Complimenti ad ambedue.

  2. Rosemary3 ha detto:

    Splendida collaborazione artistica: versi e dpinto in perfetta sincronìa…
    Ros

  3. tinamannelli ha detto:

    Stupenda collaborazione..complimenti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...