E’ solo un gatto


-Spero tu non abbia paura- dice Giulia. E di che? rispondo io- Sai si dice che nelle stanze del vecchio maniero si aggiri un fantasma– Non ne ho mai visto uno che si faccia vedere a quest’ora del giorno- replico- Non si fanno vedere nelle notti di luna? Dai entriamo se ne vediamo uno lo salutiamo-
Per dirvela tutta un poco di timore c’era,ma non volevo che la Giulia se ne accorgesse. Il vecchio castello è davvero malconcio, lo hanno messo in vendita da un pezzo, ma forse per la storia delle apparizioni o magari perchè ci vorrà una banca intera per rimetterlo su, di compratori neanche l’ombra, così i proprietari lo fanno visitare per guadagnare qualcosa per poter fare qualche lavoro di restauro. Doveva essere davvero bello, ci sono degli affreschi rovinati dall’umidità, delle stoffe che nuove dovevano essere splendide, i mobili meglio non toccarli se no vanno giù. Saliamo sulla torre e da li si vede un panorama da cartolina. Poi finalmente entriamo nel salone delle armature, ce ne sono  rimaste solo tre e parecchio arrugginite. Ad un tratto dei rumori sospetti fanno impallidire la mia cara Giulia. Cosa è stato? mi chiede.  Mi guardo intorno e tutto sembra normale. Continuiamo a guardare gli arazzi e mentre ammiriamo il vecchio castellano in tenuta da combattimento un urlo, un fracasso di catene, la Giulia scappa via urlando e coi capelli ritti in testa…Il fantasma urla…resto come ancorata al pavimento…poi vedo come ombre muoversi, mi giro e vedo…..l’armatura completamente a pezzi sparsa sul pavimento e poi vedo lui…tutto nero con un faccino delizioso, non si muove e si lecca una zampina. Lo prendo in braccio, il micio chissà cosa ha combinato per far cadere l’armatura,e  si è fatto male ad un zampa. Esco fuori e trovo Giulia che parla concitata con i proprietari….mi avvicino e serafica le chiedo: -Stai poco bene cara? Sembra che tu abbia visto il fantasma! Eccolo quà è tutto nero e non ha il lenzuolo bianco….dai che l’armatura cadendo gli ha procurato forse una frattura alla zampa, portiamolo dal veterinario…..Giulia si tranquillizza, le torna un po’ di colore sulle guance. Sono sicura che non mi chiederà più se ho paura di qualcosa…. Volete sapere del micio, lui ora sta con me….e quanti guai mi combina…ma è così coccolone…..!

Ma.Vi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2015, post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

8 risposte a E’ solo un gatto

  1. Rosemary3 ha detto:

    La paura è fatta di neinte: simpatico racconto con ottimo inserimento delle parole guidate…
    Ros

  2. kalosf ha detto:

    ahahah brava tina!

  3. orofiorentino ha detto:

    Simpaticissimo racconto, bravissima cara

  4. jalesh ha detto:

    Un bel racconto con ottimo inserimento delle 5 parole proposte molto bene articolate. Complimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...