Mai più


Era verde allora il grano,
ora le spighe son già mature.
Quanto tempo è passato:
troppo per rimpiangere,
non abbastanza per dimenticare.
Verranno a mietere il grano,
bruceranno anche le stoppie
e brullo resterà il terreno;
tornerà poi la Primavera
ed i campi arati rivedranno
il verde del grano ed
il rosso dei papaveri.
All’imbrunire,
io sarò ancora qui
ad attenderti,
ma vana è l’attesa
di colui che
non può più tornare…

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Mai più

  1. orofiorentino ha detto:

    Mi hai davvero commosso, versi che arrivano al profondo dell’anima

  2. jalesh ha detto:

    Sono compiaciuta dal tuo splendido verseggiare, ma sono con le lacrime agli occhi per il contenuto davvero commovente. Il ciclo della vita, della natura continuano, ma non ci possono ridare colui o colei che non ci sta più. Complimenti nel suo dolore rimane una composizione straordinaria. Bisous Nero

  3. tinamannelli ha detto:

    Versi che toccano il cuore. Sono stupendi e tristi, so cosa vuol dire perdere una persona cara e trovo bellissima questa tua dedica. Complimenti

  4. Rosemary3 ha detto:

    Versi che hanno toccato le corde dell’anima: ciclo vitale che si ripete, ma che non riporterà “colui” che mai più tornerà…
    Ros

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.