Le regine delle Alpi petit onze


Specchio

del cielo chiaro scuro

solitario mentre le

Regine Alpi

osservano

oddonemarina

Lago del S Bernardo (Aosta) (Svizzera)

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2015, laghi, Le Petit Onze. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Le regine delle Alpi petit onze

  1. jalesh ha detto:

    Bellissimo lago scelta ottima. Complimenti uno stupendo Petit Onze.
    Notizie prese dal web:
    l colle del Piccolo San Bernardo (col du Petit-Saint-Bernard in francese) è un valico alpino delle Alpi Graie tra Italia e Francia che collega il vallone di La Thuile, valle laterale della Valle d’Aosta, con la Val d’Isère (Tarantasia). La sua altezza, 2188 m s.l.m., lo rende il colle meno elevato delle Alpi Nord-occidentali e pertanto il passaggio più facile tra le vallate savoiarde e valdostane.
    Il colle è frequentato fin dall’antichità, come testimoniano ancora i numerosi reperti archeologici e storici che vi si trovano. L’apertura dei tunnel transalpini del Monte Bianco, del Frejus e del Gran San Bernardo ha largamente contribuito a far diminuire la sua importanza.
    Intorno all’anno mille San Bernardo di Mentone (923-1008), futuro patrono degli alpinisti e specialista nella lotta contro il paganesimo, sale al colle per cacciare i demoni ed i briganti. Fonda il primo ospizio, destinato ad assicurare la protezione dei pellegrini contro i briganti e le bizzarrie del clima. L’ospizio dapprima viene costruito sul versante orientale (valdostano); in seguito, danneggiato, viene ricostruito dal vescovo Pietro II di Tarantasia sul suolo della propria diocesi, sul versante ovest (versante savoiardo). Bernardo concepiva la sua organizzazione come un servizio di assistenza gratuita aperto a tutti, talvolta centro di soccorso per i poveri e gli ammalati, rifugio per i pellegrini, i religiosi, i mercanti ed i soldati. Per questo motivo egli riprese l’antica organizzazione romana.
    Nel 1752 una bolla del papa Benedetto XIV affida ufficialmente l’ospizio e tutti i suoi beni all’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, il quale si incarica del suo funzionamento fino all’inizio del XX secolo, servendo più di diecimila pasti all’anno, soprattutto ai maronniers, persone dei villaggi vicini i quali, in cambio dell’esenzione dal servizio militare, dovevano guidare i viaggiatori che lo desideravano nell’attraversamento del colle. Dopo il suo abbandono e la sua distruzione parziale durante la seconda guerra mondiale, l’ospizio non è mai più stato riaperto.
    https://it.wikipedia.org/wiki/Colle_del_Piccolo_San_Bernardo

  2. Rosemary3 ha detto:

    Indubbiamente una bella scelta che ha ispirato uno splendido petit onze…
    Ros

  3. orofiorentino ha detto:

    Come sono belli questi laghi, belli come i tuoi versi 🙂

  4. tinamannelli ha detto:

    Bellissimo, ottima scelta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.