La canestra di frutta


Fra pampini
acini di uva matura
splendore di frutta
tutto si offre
allo sguardo e al palato
freschezza
che piano marcirà
così come la bellezza
col tempo svanirà
Ma.Vi

Il cesto viene rappresentato come se fosse posto in alto, lo sfondo chiaro evidenzia la frutta. La luce evidenzia le varie gradazioni della frutta dall’acino maturo alla mela bacata. I frutti bacati simboleggiano la “vanitas” dell’esistenza umana, ovvero la bellezza, la vita finiscono. In questo dipinto la frutta è protagonista assoluta e acquista un significato ambiguo: all’apparenza fresca e fragrante ma facendo attenzione, comincia in realtà a marcire. L’artista così paragona la brevità della giovinezza alla maturazione della frutta e dei fiori.

Canestra di frutta di Michelangelo Merisi da Caravaggio-olio su tela 1599-Pinacoteca Ambrosiana-Milano

Questa voce è stata pubblicata in poesia, post guidato. Contrassegna il permalink.

4 risposte a La canestra di frutta

  1. jalesh ha detto:

    Una splendida descrizione della natura morta del Caravaggio ottima scelta. brava

  2. Rosemary3 ha detto:

    Fedele decodificazione del dipinto del Caravaggio: in essa affiora la metafora della vita, così come nell’intenzione dell’autore stesso… brava 🙂
    Ros

  3. orofiorentino ha detto:

    Bellissima, un vero capolavoro di interpretazione, bravissima cara

  4. Pingback: Preferenze dal 4 al 8 maggio 2015 | lanostracommedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.