I miei ulivi


Eccoli i miei ulivi,  li guardo con apprensione e spero che il virus, che sta facendo strage
in Puglia e anche in Toscana, non arrivi anche in Sicilia. Sono vecchi e ogni anno mi regalano tante buone drupe che poi diventano l’olio per la mia tavola. Ma è il vecchio Michele che mi tiene in agitazione, lui è il mio amico di sempre, quello che ha la chioma più bella. Mi piace stare sotto le sue fronde e ricordare le belle scampagnate, i canti e i balli che facevamo intorno a lui. Ed erano i suoi rami e le sue foglie a nascondere i baci che ci davamo noi giovani e innamorati. Quanta storia potrebbe raccontare il vecchio ulivo a cui ho dato il nome di mio suocero, perchè fu piantato proprio quando lui nacque.Me no sto appoggiata al muro della casa diroccata, respiro aria che profuma di erba e guardo il cielo che oggi da spettacolo con il suo stupendo azzurro. Il vento di primavera spira fra le foglie e sento voci antiche e resto ad ascoltare….

Ma.Vi

Foto di Luna 65

Questa voce è stata pubblicata in Click Interpretativo, racconto. Contrassegna il permalink.

11 risposte a I miei ulivi

  1. jalesh ha detto:

    Bellissimo staordinario racconto un ricordo vissuto sentito che descrive alla perfezione lo splendido scatto di 65Luna.

  2. 65luna ha detto:

    Molto bello Ma.Vi., grazie di cuore! Abbraccio,65Luna

  3. orofiorentino ha detto:

    Bellissimo racconto di un tuo ricordo così caro, complimenti a te e a 65Luna…bravissime

  4. Rosemary3 ha detto:

    Un racconto che rasenta la triste realtà che vivono gli ulivi nel Salento e in Toscana: ha sicuramente reso giustizia allo scatto meraviglioso di Luna…
    Ros

  5. Molto bello questo racconto intriso di realtà e ricordi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.