Il Passero


Venne sul davanzale un passero.
Un cielo grigio lo spedì quaggiù.
Raccolse una briciola,
mi guardò senza vedere
e volò via,
oltre le nuvole.
Un messaggero muto?
L’ombra di un’anima spenta?
Tracce di ricordi sbiaditi?
… o solo l’illusione
di ciò che non è più,
né mai più sarà …

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il Passero

  1. jalesh ha detto:

    Questo passaggio di questo passero, soggetto di questi meravigliosi versi…..sarà stata un’illusione, sarà stata l’ombra di un’anima spenta?. Mah chissà? Ma non poniamoci domande assaporiamo questo momento e pensiamo di aver visto un passero che raccoglieva una briciola per nutrirsi…per la sua aniima?…Complimenti sempre molto profondo ed intenso il nsotro Nerowolf. Bravissimo. Bisous

  2. orofiorentino ha detto:

    Bravissimo, come sempre ci regali poesie splendide

  3. tinamannelli ha detto:

    Era magari un povero passerotto affamato….o un sogno accantonato…. Bellissima poesia, i tuoi versi sono sempre molto intensi. Complimenti

  4. Egizia72 ha detto:

    Stupendi versi complimenti !

  5. Rosemary3 ha detto:

    Chissà… domande senza risposte… Versi intensi e profondi che spazio lasciano a riflessioni… bravissimo
    Ros

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.