Il tempo inclemente….


Quando si è giovani certe cose non si pensano. Ma purtroppo capitano e nulla può  impedire che succedano.
Aveva 35 anni, il mondo nelle mani, un laurea in filosofia e teologia, voleva  raggiungere l’abilitazione per insegnare oltre che filosofia, la storia delle religioni.
Aveva letto un’infinita di libri, ma la sua biblioteca ne aveva ancora non letti, ma c’era il tempo e non aveva il timore di non apprendere ancora attraverso la lettura.  Adorava la musica classica e per hobby era diventato anche web master, aveva girato il mondo lavorando in vari paesi europei, ma il suo sogno era andare in Giappone. Stava iniziando a studiare la lingua giapponese, era entusiasta come un bambino. Tanti erano i suoi sogni, ma era un ragazzo sensibile senza presunzione e dolcissimo. Sapeva sostare davanti al mondo ammirarlo e apprezzarlo, ma il tempo gli fu nemico.
Un maledetto giorno si ammalò e nonostante la gravità della malattia, era solare speranzoso, e lottava come un samurai. Continuava a studiare, a lavorare, a leggere a sognare e a curarsi. Aveva fiducia nel tempo che tutto si risolvesse. Le aspettative erano buone, ma appunto non aveva fatto i conti con il tempo. Un bel giorno il tempo per lui si fermò ed il ragazzo non ebbe nemmeno il tempo di chiedere scusa per tutto il mondo che gli sfuggiva ad ogni istante……….

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Il tempo inclemente….

  1. Laura ha detto:

    Cara Jalesh, bellissimo il racconto anche se il tempo e’ stato davvero crudele, un bacione cara e buona giornata, auguri di Buona Pasqua se non ci sentiamo, ❤

  2. Rosemary3 ha detto:

    Un eccezionale mini racconto in perfetta sintonìa col tema proposto: il tèmpo, inesorabile nemico, ha deciso per lui, privandolo delle meravigliose scoperte che l’attendevano! Complimenti
    Un forte abbraccio, carissima ❤
    Ros

  3. orofiorentino ha detto:

    Un abbraccio, un racconto così è stupendo

  4. Un racconto che entra nella profondità del cuore. un forte abbraccio.

  5. tinamannelli ha detto:

    Una pagina stupenda e dolorosa….non si pensa mai al dopo quando si è giovani e pieni di vita e poi succede loro se ne vanno e il tempo continua a passare su chi resta ….e chissà perchè va troppo lento. Un abbraccio

  6. oddonemarina ha detto:

    Sì inclemente questo tempo, ma almeno ha fatto un piccolo percorso di sogni, ha costruito in parte qualcosa. Ha lasciato traccia di se, nonostante tutto ha vissuto poco ma come voleva…
    stupendo pezzo…. ❤ ❤ ❤

  7. Tiferett ha detto:

    Come sempre bravissima Jalesh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.