Dolore


Inutile pensare,
ostico riflettere,
impossibile creare.
Il dolore divora la mente,
lentamente.
Nella sofferenza,
non vi è più uomo
ma bestia che si contorce.
Sporche menzogne e verità fallici
regalò la tortura
a chi del dolore fece strumento.
Ora il mondo geme
tra troppi mali:
nell’aria non più pensieri
ma sole mute grida,
Come distinguere
i richiami dell’uomo
dai lamenti della bestia?

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Dolore

  1. lulasognatrice ha detto:

    Versi molto belli, seppur sofferenti… come se il male e il dolore non lasciassero via di scampo e tutto esplodesse lì, in quelle grida mute. Splendida la chiusa… complimenti

  2. Rosemary3 ha detto:

    Il dolore che rende quasi disumani nell’estrema sofferenza… Stupendi versi che lasciano quasi udire “lamenti”…
    Ros

  3. tinamannelli ha detto:

    Versi bellissimi e pini di una verità che fa male……c’è tanta tristezza…eccellente

  4. jalesh ha detto:

    Un ritorno desiderato accompagnato dai versi splendidi divorati dalla sofferenza e dal dolore che quasi fanno diventare delle bestie…..Una bellissima chiusa non c’è da dire molto ma solo applausi….Bisous Nero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.