Amore


Quella sera, sul pontile, c’era silenzio.
Profondissimo silenzio, da perdercisi dentro.
Il lago immobile accoglieva la LUCE della LUNA restituendola all’aria circostante, rischiarando il buio pesto della notte. L’unico disturbo in quella quiete era il mio respiro che, per il freddo, usciva dalla bocca sotto forma di denso vapore, rovinando la perfezione del quadretto che avevo davanti agli occhi. Fu però proprio in un sospiro che mi parve di vedere il suo VOLTO, quando un RAGGIO di luna ci si rifletté contro materializzandolo per qualche brevissimo istante.
Alzai gli occhi al cielo sbuffando verso l’alto, nella speranza di poter rivedere quella magia ma, niente. L’ennesima illusione di voler vedere la realtà per quello che non è o, per lo meno, non era più. Tu non c’eri più. Forse non c’eri mai stata veramente. Non col cuore.
Mi lasciai cadere all’indietro, le gelide acque mi accolsero con un abbraccio pungente. Svuotai tutta l’aria che era rimasta nei polmoni e iniziai a sprofondare, vedendo le STELLE sempre più lontane, sempre più sfuocate fino a spegnersi una ad una.
Buio.
Buio che non era nulla in confronto a quello di una vita senza di te.
Buio nel quale finalmente, non dovevo più nascondermi, nessuno mi avrebbe più visto.
Buio.

Carlo Galli

Informazioni su Carlo Galli

Non ho niente da dire... o forse tutto... penso e scrivo, scrivo e penso. Preferisco di gran lunga far parlare i personaggi dei miei romanzi... loro sì che hanno sempre qualcosa di interessante da dire... loro pensano sempre... loro, forse, sanno vivere più di me.
Questa voce è stata pubblicata in post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Amore

  1. kalosf ha detto:

    Drammaticamente bella…

  2. tinamannelli ha detto:

    Bello e drammatico il tuo racconto, quanta tristezza….complimenti

  3. Da scuotere l’anima … bello …

  4. Rosemary3 ha detto:

    Un racconto in cui le parole “proposte” sono state intrecciate al tessuto compositivo magistralmente…
    Complimenti!
    Ros

  5. lulasognatrice ha detto:

    Bellissimo racconto in tema, con tutte le parole perfettamente inserite. Complimenti!

  6. orofiorentino ha detto:

    Veramente stupendo, arriva all’anima profondamente. Bravissimo è poco 🙂

  7. colpoditacco ha detto:

    cioè fammi capire… esistono uomini capaci di scrivere queste cose? No, perché, tu sei un uomo se non sbaglio? 😀 Complimenti

  8. jalesh ha detto:

    Sprofondare nel buio senza ritorno mi sembra esagerato…ognuno di noi ha passato momenti brutti sia per amore che per altro ma non mi sembra il caso che il protagonista si lasci andare in questo modo….bene o male la vita ricomincia anche senza quello desiderato. Ottimo l’inserimento delle 5 parole proposte. Bisous

  9. oddonemarina ha detto:

    Commovente ciao Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.