Frammenti


Mi fermo,
sui bordi del giorno,
a raccogliere frammenti
di un’estate avara di gioie.
Ma già cadono gocce d’autunno
ed il sole si nasconde tra i rami.
Torna in letargo il cuore
dopo un fugace risveglio.
E tra gli ulivi color del bronzo
vedo il sole sparire
oltre l’orizzonte.
Altre terre vedrà,
altri sogni accenderà…
Non più miei.

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Frammenti

  1. tinamannelli ha detto:

    Stupendi versi, sempre velati di malinconia

  2. Lia ha detto:

    L’autunno porta malinconia … sempre bello leggerti sei bravissimo !

  3. jalesh ha detto:

    Una splendida descrizione dell’autunno malinconico e pure di un’estate avara di gioie….sconsolato vuoi cadere in letargo per dimenticare, ma non farlo, svegliati ed assapora gli odori ed i colori di questa stagione che forse ti porterà qualche sorriso…te lo auguro…sempre molto bravo è un piacere leggerti…bisous nero

  4. 65luna ha detto:

    Sempre bravissimo! 65Luna

  5. Daniele Cerva ha detto:

    Complimenti, davvero bella ed emozionante….

  6. orofiorentino ha detto:

    Mi ha profondamente emozionato, sei bravissimo

  7. pinadamato ha detto:

    Bella poesia, malinconica, vera e ricca di sentimento. Pina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.