Jane


Lai dell’Ombra di Giada parte 5

– Apprezzo molto Arnaut Daniel e Bernart de Ventadorn, per cominciare… E, tra i più alti nel suo campo… Il magnifico Jaufrè Rudel.. Il cantore dell’amore di lontano.-
– Piace moltissimo anche a me.- rispose la fanciulla con fervore. – Un abilissimo arrangiatore di versi. Superiore, a parer mio, a tanti nostri alati connazionali suoi contemporanei. Tanto nello stile quanto nei contenuti.-
– Ah… Sì…- convenne il poeta, e il suo tono di voce si fece di colpo fioco come un cerino – Potreste togliermi una curiosità? Perdonate la mia audacia. Parlando di contenuti.. Qual è la vostra idea sul concetto che egli ha reso tanto famoso, questo amore di lontano che già per sua dottrina ispira vaghezza e suggestione tutt’a un tratto?-
E intanto pensava ” Gentile fanciulla… Anche solo l’appellarvi in qualche modo mi sconfigge, configgendo ciò che ardo di dire di voi in quel torbido e melmoso ammasso di stenti dove tanto facilmente traggono i versi i mercanti di romanzi d’amore, avete inteso? Quelle opere che vendono tanto e non sfamano nessuno? Più vi guardo e più dallo sguardo che ricevo da voi  traspare un comprensorio di soavi bagliori, di lucori fiammanti, di distinte possibilità… ”
– Sono convinta che questi accadimenti siano più comuni di quanto ci si ostini a non voler credere.-
– E se voi veniste mai resa oggetto di un simile amore?-
– Accoglierei con gratitudine le lodi e i complimenti di un’anima tanto benevola e gentile.-
– A tal punto da innamorarvene?-
– Non so se mi arrischierei a raggiungere una simile sponda. Checché ne dicano i filosofi di quella materia, secondo i quali a un cuore gentile debba di norma ritornare, forse moltiplicato, quel tipo di amore cui egli mena vanto di provare e che lo porta a percepire in eguale misura gioia e dolore. Per quanto possa essere nobile e suggestiva l’idea, resto comunque convinta che a dare un supporto tenace e fecondo, forte, fisso, senza fischi né crepe né rotture impreviste, sia nient’altro che una questione di condivisione di affetti e di progressiva ricerca. Per quanto sia possibile se non addirittura richiesto, a una persona, di cadere sotto il giogo della passione d’amore.-
– Dite dunque voi che non si può amare una persona se prima non la si ha conosciuta?-
– In parte, messere, ma vi prego… Non pensiate che in quello che ho appena detto sia racchiusa una verità data una volta per tutte. La questione è così complessa e ramificata… Un uomo di lettere come voi saprà senz’altro di che cosa sto parlando.-

Informazioni su stefanobu

Non lo so che cosa vado a raccontare. So soltanto che ho qualcosa che mi andrebbe di esprimere, qualcosa che mi arde dentro e non mi abbandona mai. Questo qualcosa, forse, potrei chiamarla ispirazione di vivere, o soltanto inettitudine, o devianza attitudinale.
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Jane

  1. tinamannelli ha detto:

    Che dissertazioni…mi piace questo tuo raccontare con parole d’altri tempi…aspetto di leggerti ancora

  2. im1dreamer ha detto:

    Fammi conoscere questi due personaggi, così che possa portarli con me all’esame di filologia romanza 😅
    Bello scritto, complimenti..

    • stefanobu ha detto:

      Ahinoi, filologia romanza! Materia dura. Ho tanti ricordi dolorosi a proposito di quell’esame.. xD
      Grazie mille!
      Buona giornata!

  3. jalesh ha detto:

    Che pagina interessante…ottima dissertazione in merito…bravissimo

  4. Rosemary3 ha detto:

    Sicuramente pagina coinvolgente: si attende il seguito con ansia, Stefano…
    Ros

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.