Luna ridammi …quella serenità perduta


Luna-e-Pleiadi

Un un attimo ho smarrito il mio Io, che comunque barcollava tra la coda della mezza luna e le stelle che le facevano da corona. La luce che vedevo e speravo di continuare a vedere, improvvisamente si è spenta come la fiammella di una candela con una folata di vento. Mi è rimasta la sua  scia luminosa nel  cuore e sono certa che non si spegnerà mai anche con le intemperie ed il diluvio. Ma come dirti, cara Luna,  che tutto ciò che mi circonda mi sembra fittizio, non riesco ad assaporare le gioie della vita, non riesco a ritrovare quella parte del mio Io che vaga attraverso l’Universo in cerca di una spiegazione plausibile. Eppure ci sarà un modo per riappropriarmi di questa parte di me e cercare di dondolarmi nuovamente a cavallo della luna calante  in questo Mondo buio come la pece…..(Jalesh)

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in pensiero, post guidato. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Luna ridammi …quella serenità perduta

  1. jeiemerwin ha detto:

    C’è sempre un modo…
    Bellissimo

  2. 65luna ha detto:

    La luna emana comunque luce: bisogna solo seguirla. Ti abbraccio,65Luna

  3. Rakel ha detto:

    Una preghiera per riappropiarsi di ciò che si è perso lungo il cammino.
    Bella !
    Rakel

  4. Tiferett ha detto:

    La scia è il tuo punto di partenza per poterti riappropriare della serenità.
    Un abbraccio

  5. jalesh ha detto:

    Lo so ma è molto difficile…bisous a te grazie

  6. Rosemary3 ha detto:

    Un’invocazione quasi accorata alla luna, perché possa ridare quella serenità da tempo smarrita… Stupendo pensiero…
    Ros

  7. oddonemarina ha detto:

    Per ritrovarla, bisogna ritrovare di nuovo come un bimbo un’altra parte di te. Che ora magari non apprezzi, ma che è silente in te. Un desiderio un sogno una dolcezza insperata. E sopratutto la morbidezza dell’io. Non è una ricetta perfetta è un’antinfiammatorio!!!! bacione Marina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.