Petalo del Passato del mese di aprile 2014


 Il Petalo del Passato del mese di aprile 2104 è

“Rumore di foglie – Ai miei genitori che non ebbero il tempo di vivere la loro vita insieme

” di Eufemia Griffo

 

rumore_di_foglie

Nei ricordi
– fragili fiori di memoria –
riposa un alito eterno
come eco
in un pomeriggio d’Inverno
sferzato dal vento

Eravamo noi
tra alberi spogli
coperti di nebbie
passo dopo passo
abbracciati
in questa  vita
come mai lo siamo stati

Non v’è più tempo ora
fuggite sono le ore

prigioniere di grani di polvere

A terra cadute,
solo rumore di foglie

 Recensione e video a cura di Rosemary3

È con immenso piacere che onoro il compito affidatomi di recensire il brano scelto per il ‘Petalo del Passato’ del mese di aprile 2014,
“Rumore di foglie” di Eufemia Griffo che noi della Nostra Commedia ben conosciamo ed apprezziamo.
Scrittrice e poetessa, cura personalmente “Memorie di una Geisha”, multiblog che ospita esclusivamente poesie in metrica giapponese (http://eueufemia.wordpress.com).
Collabora attivamente con vari gruppi di scrittura, portali letterari, come “Raccontare.com” e riviste di cultura letterarie, tra cui “Refolo”, diretta dallo scrittore Alessandro Troisi.
Ha pubblicato varie sillogi di poesie.
Nella mia penna virtuale confluiscono i ringraziamenti dell’intera redazione de “La Nostra Commedia” all’autrice per la forza impattante dei versi e delle emozioni cui essi hanno dato vita.
Sin dai primissimi versi si rivela patente il voler rimembrar del tèmpo passato gli amati genitori, ai quali dedica questa splendida lirica, che fugaci istanti la vita loro dispensò, da poter “vivere insieme”…
I ricordi, “fragile fiore di memoria”, come ella stessa ama definirli, sono perenne carezza, resa in una superba similitudine.
Benigna, infatti, non fu la vita, concedendo solo effìmeri momenti che “tra alberi spogli” snodavano, per ritrovar ancora attimi da condividere.
Tiranno fu anche il tèmpo che, solcando lustri e lustri da polvere incipriati, non donò più nulla se non un lieve frèmito.
Versi velati da profondo rammarico che in pura emozione si tramutano, lasciando al lettore l’occasione di attingere vera linfa commotiva.

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Petalo del Passato brani scelti. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Petalo del Passato del mese di aprile 2014

  1. jalesh ha detto:

    Complimenti cara Eufemia hai scritto un meraviglioso Petalo del Passato che commuove…meriti un applauso…una splendida dedica ai tuoi genitori….bellissimi la recensione ed il video di Rosemary3.

  2. Carlo Galli ha detto:

    Concordo nel dire che è eccezionale!

  3. orofiorentino ha detto:

    E’ dolcissimo, pieno d’amore profondo. Sono felice che tu abbia vinto…una dedica così è meravigliosa. Ottima la recensione e bellissimo video di Rosemary3. Un abbraccio grande

  4. tinamannelli ha detto:

    Meritatissima preferenza….una poesia bella, delicata, commovente. Complimenti ad Eufemia con tutto il cuore. Belli la recensione e il video di Rosemary3. Bravissima Eufemia, un abbraccio

  5. rinaldoambrosia ha detto:

    Nei ricordi riposa un alito eterno…
    è bellissima questa poesia dedicata ai tuoi genitori, un alito d’amore…
    complimenti anche a Ros per il delicato e così intenso video, corolla ai tuoi versi.

  6. Rosemary3 ha detto:

    Chapeau, mon amie, chapeau! Una meritatissima vetrina: ho recensito con immenso piacere i tuoi versi che traboccano amore e profonda emozione!
    Ros

  7. Daniele Cerva ha detto:

    Complimenti Eufemia…meritatissimo riconoscimento.

  8. Lia ha detto:

    Cara Eufemia i tuoi versi sono splendidi e questo tuo delicato ricordo raggiunge il mio cuore proprio perché per i miei genitori è avvenuta la stessa cosa … Un abbraccio amica mia ♥

  9. Eufemia ha detto:

    Vi ringrazio di cuore, è stata una bellissima e inattesa sorpresa!!!! La poesia l’ho scritta anni fa in ricordo di un amore troppo in fretta spezzato…La poesia serve anche per rimembrare, lenire il dolore e mai come in questo momento, la sento mia. Ringrazio Rosemary per il bellissimo e commoventissimo video che ho appena finito di guardare. Molto molto bello! ❤
    Vi ringrazio tutti e di cuore.
    Un abbraccio grande e buon primo maggio
    Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.