Ma quanto vuoi essere amata?


È un bagno di luce, una doccia di parole quella che mi confonde i pensieri. Sono i tuoi spazi, le tue parole negate dai tuoi gesti di quella sera, di quella festa sul lago. Sì, tu continui a dire che non l’hai fatto apposta, che ti sei buttata tra le sue braccia perché ti eri sentita sola, ridicola e abbandonata. Come un disco rotto, le tue parole continuano a saltare nella mia mente. Tu dici che mi ami. Che non ti erano chiari i sentimenti che provavi quella sera, confusa dal bere e dalle emozioni. Che hai baciato lui pensando a me. Mi ripeti: “ama la verità ma perdona l’errore.
Quale verità? Quella della storia con lui, conclusa prima della nostra, e che – parole tue – non aveva il diritto di replica? Quella del dolore che ha provocato il tuo gesto? La mia, la tua verità?
C’è soltanto sofferenza e disagio generati da questa situazione. Uno scandire di ore vuote, un lento affogare, l’inabissarsi di un sentimento, l’affondare di una storia, la nostra storia. Già, e ora reclami il perdono, mentre io reclamo l’oblio di quella sera, l’oblio dei nostri giorni. L’amore può essere gioia o dannazione. E io ho attraversato il sentiero di entrambe queste dimensioni, per annegare nella disperazione.
Ora ne sono certo, dopo queste mie parole, dopo queste mie righe, tu cambierai il tuo prossimo Post.

Questa voce è stata pubblicata in Mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Ma quanto vuoi essere amata?

  1. tinamannelli ha detto:

    Racconto molto bello e sopratutto molto attuale…perdonare si può ma si può dimenticare?
    Come sempre scrivi meravigliosamente bene

  2. mondidascoprire ha detto:

    dramma della vita tra sbagli e perdono

  3. jalesh ha detto:

    Errori che capitano molto spesso oggi…bel mini racconto in tema

  4. orofiorentino ha detto:

    Splendido racconto che rivela quanta realtà ci circonda. Rinaldo: sempre magnifico 🙂

  5. oddonemarina ha detto:

    Detto il Magnifico …veramente come scrivi tu….
    ciao Marina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.