La sorpresa….


Era il cocco della mamma. Aveva finito il liceo con ottimi voti e per continuare le orme del padre si iscrisse alla facoltà di medicina. Sembrava convinto della scelta universitaria e tutte le mattine si recava all’ateneo, pranzava con gli altri studenti e poi studiava in biblioteca. Rientrava la sera per l’ora di cena. Il sabato e la domenica si chiudeva in camera a studiare e poi nel pomeriggio usciva con la sua ragazza. Il tempo passava tranquillo e sereno, ad ogni appello dava i suoi esami e regolarmente li passava tutti. Per tutta la famiglia era un ragazza da prendere come esempio. Il padre indaffarato con i suoi pazienti e l’ospedale, qualche volta si fermava a cena a discutere su qualche argomento o di patologia o di microbiologia, insomma il ragazzo prometteva bene. La madre insegnante di matematica svolgeva le sue ore scolastiche e poi era troppo stanca per domandare al figlio quanti esami mancavano alla laurea…Eh!! sì perchè ormai erano più di 6 anni che frequentava e secondo i loro calcoli doveva presentare la tesi. La stanza era piena di libri da dove estrapolare la tesi, il ragazzo stava per laurearsi. Arrivò il giorno della laurea e sia il padre che la madre gli chiesero di poter assistere, ma il ragazzo fu evasivo, non seppe dare un orario esatto un indirizzo preciso, insomma sembrava tutto preso da questa discussione della tesi…..
Il padre cominciò ad aver qualche dubbio, pertanto una mattina che i suoi pazienti lo avevano lasciato un pò libero si mise a cercare il libretto universitario per vedere effettivamente quanto avrebbe preso come votazione. Grande fu la sua sorpresa, trovò il libretto ma non per la facoltà di Medicina, ma bensì di Farmacia. I voti erano ottimi, ma grande fu la sua delusione, per tutti questi anni il ragazzo non aveva mai avuto il coraggio di dire la verità, ma la fiducia dove sta….
La sera fu affrontato il discorso a tavola scese il silenzio e nessuno ebbe il coraggio di proferire verbo.
Il ragazzo disse solo: – non volevo deludervi, ma credo adesso di aver perso la vostra fiducia per sempre…..-

Incipit: La fortuna, la fiducia, l’amore: tutta roba cieca. Poi quando si è costretti ad aprire gli occhi, ci si accorge di come in realtà va il mondo- Giorgio Faletti-

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Mini romanzo, post guidato. Contrassegna il permalink.

6 risposte a La sorpresa….

  1. oddonemarina ha detto:

    Splendido racconto di vita …..il coraggio , la fiducia ecc… sono i tanti elementi che
    compongono il nostro vivere

  2. Rakel ha detto:

    Un racconto che fa riflettere.
    Genitori e figli dovremmo essere più coraggiosi a sostenere le nostre idee per evitare di perdere la fiducia.
    Buonanotte
    Rakel

  3. orofiorentino ha detto:

    Bellisismo racconto mia cara

  4. tinamannelli ha detto:

    Un racconto quanto mai veritiero….troppo spesso genitori e figli non si parlano e sopratutto i
    genitori dovrebbero lasciare i figli liberi di scegliersi la strada….ottimo racconto

  5. Rosemary3 ha detto:

    Racconto che delinea una situazione alquanto verosimile nella realtà…
    Mancanza a volte di sincero dialogo tra genitori e figli…
    Ros

  6. Freawaru ha detto:

    Io però, sarei stata contenta lo stesso!
    Piaciutissimo e condivido anche i commenti di chi mi ha preceduta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.