Il corallo di Tabarka



Tabarka è una cittadina di pescatori situata sulla costa settentrionale della Tunisia nota come côte du Corail, poiché fin dall’antichità era rinomata per la pesca e la lavorazione del corallo. Tabarka è una piacevole ed accogliente cittadina, dove efficienti infrastrutture e l’infinita spiaggia di sabbia fine fronteggiano una costa rocciosa e frastagliata. E’ un vero paradiso per gli amanti del mare, dello sport e dell’immersione: è particolarmente apprezzata per le scogliere, per la ricchezza dei fondali fioriti di gorgonie e i lunghissimi tunnel.

Il Corallium Rubrum, che oggi è presente in Spagna, Francia e Corsica, Grecia, Serbia, Africa Settentrionale (Tunisia, Algeria, Marocco) e Italia. La caratteristica del Corallium Rubrum è l’uniformità del colore.  Si può certo affermare che il corallo di Tabarka è uno dei più belli: raggiunge dimensioni discrete (anche più di un chilogrammo di peso e 50 centimetri di altezza) ed il suo tipico colore è rosso vivo.


Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in reportage virtuale 2013. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il corallo di Tabarka

  1. orofiorentino ha detto:

    Adoro il corallo, questi sono davvero stupendi, ciaooooo

  2. Rosemary3 ha detto:

    Ottimo reportage: amo tanto anch’io il corallo!
    Ros

  3. tinamannelli ha detto:

    Il corallo mi piace moltissimo…non stanca mai….bellissimo reportage

  4. paola bianchini ha detto:

    Sono stata a Tabarka senza sapere nulla nè della cittadine nè del suo mare nè del suo corallo. Ricordo che all’aereoporto c’è un monumento dedicato a un enorme corallo rosso. Abbiamo visitato una cava dismessa di marmogiallo africano bellissima , bel viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.