ANGELO

 

Se di noi conta l’anima

arriva il soffio di vita eterea .

Quella gioia alata

che  vorrebbe guidare anche il cuore

più crudele.

 

Neanche  la cosa più bella

può uccidere la Crudeltà.

Vive di se stessa

bevendo la sua soddisfazione.

 

Un Angelo assiste

piangendo impotente, chiude le ali

per allontanare l’oscurità cattiva, perfida. 

L’Angelo fugge

perde una piuma…lenta scivola, cade.

 

Sfiora Crudeltà

che scossa da un brivido

si strangola:  nel  suo ridere perverso.

 

 

 

@ Orofiorentino

Immagine web

Informazioni su orofiorentino

HO 69 ANNI, AMO LA POESIA, LEGGERE, SCRIVERE, VIAGGIARE E TANTE...TANTE ALTRE COSE
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. Rosemary3 ha detto:

    Splendida dissertazione in versi su l’angelo ed una perversa creatura, la crudeltà…
    Ros

  2. tinamannelli ha detto:

    Stupenda…gli angeli servono eccome…che brava che sei

  3. jalesh ha detto:

    A volte anche gli angeli soccombono alla crudeltà…versi splendidi di un’alta bravura poetica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.