Respiri


Vorrei sentire il suono
della tua voce che scivola via sulla pelle.
A volte, i versi, sono respiri rauchi,
bustine di zucchero accartocciate,
nel gioco di acide parabole inespresse.

Tutti i tuoi giorni concorrono nell’oblio degli anni,
dentro la solitudine dei tuoi attimi,
colmi del tempo rincorso, occupato a significare una vita.

E nel fuggire la notte che i fantasmi si aggirano nelle stanze mute.
Animando il buio dei tuoi pensieri.
Tutto il calore di una famiglia estinta, nei ricordi di una storia,
che si anima e si insinua negli strati del sonno.

Frammenti che il tempo rinnova come gemme a primavera.
Gemme cosparse di nebbia, tra i tuoi respiri, e bruciate dal gelo.
Mentre lenta, come il manto della notte,
l’angoscia ricopre tutti i tuoi perché.
E una lama di luce ti riporta al quotidiano.

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Respiri

  1. raggioluminoso ha detto:

    Versi significativi ed intensi, immagini che lasciano il segno dell’emozione: Molto apprezzata!!!
    Complimenti sinceri!

  2. tinamannelli ha detto:

    Come sempre versi molto belli…sopratutto pieni di quella vita che ognuno di noi vive….mi ci sono ritrovata….complimenti è bellissima

  3. jalesh ha detto:

    Versi stupendi per ricordare….bravissimo

  4. Rosemary3 ha detto:

    Lirica pregna di palpitanti emozioni che lascia posto a “frammenti” di ricordi e di angosce”…
    Ros

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.