L’errare del muto


Ma il dato è questo: essere chiamati

per nome, reputati ed ammirati,

indicati soltanto, tra le grida

scoscese, per il volto che si tiene

con sè, (lo si conserva amaramente)

e che i fischi somiglino ai discorsi

dei tifosi, tal è la tal miseria

dei miei sospiri. Ch’io m’accorga, notte,

del vago diradare della nave

dagli spalti rocciosi, nuda e muta,

ch’io la miri e la canti, o dolce notte,

o tu che mi sussurri, a chi importa?

Non sono poi, dissimile da un sasso,

se nel gorgo di una moltitudine,

lo sguardo capovolto dell’artista,

canto e non mi sentite, scrivo e il testo

v’appanna e scavalcate e andate via.

Non è tale l’approdo dell’eroe,

ma un dolore segreto che non cala

coi sorrisi e gli ossequi, ed i congedi.

A volte è più rovente un bene, grazie

detto piano, forzato, di un addio

sofferto e martoriato, che nel pio

rinnovo quotidiano siede in grembo,

nè mai gli si dà pace, o vento, o terra.

Informazioni su stefanobu

Non lo so che cosa vado a raccontare. So soltanto che ho qualcosa che mi andrebbe di esprimere, qualcosa che mi arde dentro e non mi abbandona mai. Questo qualcosa, forse, potrei chiamarla ispirazione di vivere, o soltanto inettitudine, o devianza attitudinale.
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

11 risposte a L’errare del muto

  1. chiaramarinoni ha detto:

    E’ faticoso “essere” , essere se stessi nel mondo di oggi
    a volte si sfiora soltanto questo passaggio.
    Sarà dovuto alla fretta o all’ essere muti (tante parole e poca sostanza).
    Quello che mi entusiasma però è lo scrivere
    che parla silenzioso al cuore di chi legge
    ed è un prendere a prestito ciò che più mi colpisce.
    Così rimane fisso, come lo sguardo altre l’orizzonte.
    Un sorriso
    e complimenti, splendida poesia.
    Chiara

  2. tinamannelli ha detto:

    Come sempre i tuoi versi fanno pensare. Molto profonda e con tanta verità. Stefano sei bravissimo, complimenti

  3. jalesh ha detto:

    Non è facile oggi essere se stessi, ma con un pò di fatica ci si può arrivare come tu stai facendo regalandoci questi tuoi stupendi versi.

  4. luciagriffo ha detto:

    Particolari i tuoi versi; un saluto! Lucia

  5. mondidascoprire ha detto:

    Bellissimo Stefano, stupendo

  6. jekyllundhyde ha detto:

    Sempre incantato dai tuoi versi superlativi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.