Il silenzio della coscienza


Citando una frase di Hannah Arendt  “la banalità del male ” é proprio l’abitudine  , l’assuefazione al male, una sorta di mediocrità , di silenzio della coscienza che ha fatto tanti complici della Shoah.

Per questo un popolo libero é un popolo in cui la coscienza individuale é viva e si confronta con la realtà con tutto il suo desiderio di bene e verità.

Image

Liberamente tratto da ilsussidiario.net , SHOAH/ Hannah Arendt contro Eichmann: in un film la “normalità” del male

Informazioni su mondidascoprire

donna
Questa voce è stata pubblicata in pensiero. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il silenzio della coscienza

  1. jalesh ha detto:

    E’ un pensiero splendido che ci porterebbe a disquisire sull’argomento fino all’infiito….ma purtroppo non tutti i potenti lapensano così….pensiero stupendo

  2. tinamannelli ha detto:

    Un pensiero profondo, purtroppo non tutti pensano allo stesso modo, magnifico post

  3. jekyllundhyde ha detto:

    Pensiero superlativo molto profondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.