La frittata


Aveva la faccia scura, gli occhi arrossati, un broncio lungo come una quaresima. Teresa un giorno si e uno no e così. “Che ti succede? ” le chiedo. “Che vuoi che succeda, sono una frana. Non c’è una cosa che mi va bene. Mio marito si lamenta, i miei figli si lamentano…. non so fare niente, tutto storto. Neanche una frittata mi viene bene.” La guardo e sorrido e chiedo “Scusa ma tu la frittata come la fai?”. “Come la faccio? Metto le patate in padella e le friggo, ci metto le uova ed ecco fatto. Ma dicono sempre che sa di bruciato.” Teresa, la frittata sembra una cosa facile….ma non lo è. Prendi le patate le fai a spicchi, ne troppo grossi ne troppo fini, le metti in acqua salata, le scoli e le asciughi. Padella bella calda con olio e metti le tue belle fette di patate, se vuoi che la tua frittata sia morbida, copri la padella se la vuoi croccante lasciala scoperta. Ci stai davanti e giri le patate, perchè si devono colorare da tutte le parti, ma non bruciare. Quando avranno preso un bel colore dorato, prendi le uova e aprile ad uno ad uno sulle patate, non le sbattere, poi con la forchetta le allarghi, si creerà una bella tavolozza colorata: il rosso del tuorlo, il bianco dell’albume e le patate dorate. Muovi la padella in modo che la frittata non si attacchi, spostala di continuo sul fuoco, per evitare che bruci, quando vedi che è le uova si sono quasi tutte rapprese, abbassa la fiamma copri e sempre muovendo la padella finisci di cuocere la frittata. Non la devi girare, la frittata quella vera si fa così. Come vedi non è poi così semplice, ma quando avrai imparato bene a fare una frittata, vedrai che anche altre cose cambieranno……cara Teresa la frittata è come la vita…….se non stai attenta si brucia. Mi ha guardata come fossi un alieno, ha aperto bocca, ma non ha detto nulla…..ha sospirato, si è alzata e se n’è andata. Domani le chiederò se ha rifatto la frittata.

Ma.Vi.

Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a La frittata

  1. orofiorentino ha detto:

    Un racconto che insegna molto davvero se lo si legge con occhi giusti. bacio

  2. jalesh ha detto:

    Bene faremo ormai una frittata buonissima

  3. jekyllundhyde ha detto:

    Perfetto anche a me viene sempre bruciata…la mia mamma me lo spiega ma non c’è nulla da fare..forse ora la saprò fare…grazie Tina

  4. Rosemary3 ha detto:

    ottimo, Tina: questi suggerimenti sono sempre ben accetti…
    Bella pagina
    Ros

  5. mondidascoprire ha detto:

    Bravissima Tina, seguirò i tuoi consigli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.