Il mio tunnel…


…. il mio pensiero è sempre fisso….dentro di me cova un’esplosione….ho paura….non so cosa succederà…..il mio cuore è gonfio, ma lacrime non escono, ma gocce di disperazione…..non so più camminare, e come se avessi perso la strada….non voglio ricadere nel baratro, in un tunel senza uscita, perchè per me sarebbe veramente la fine….non riuscerei più a sollevarmi….
mi dispiace che non nessuno riesce a capirmi….tutti mi sottovalutano….credono che io sia una roccia…..sarà vero all’apparenza, ma in realtà la mia fragilità è evidente anche ad un cieco…..sono sola….mi sento veramente sola…..nessuna mano sta sulla mia spalla….ho bisogno di essere amata, non basta dirmelo, occorre dimostrarmelo, come lo vorrei io, solo io…….lo so…. sto facendo un discorso molto egoistico senza pensare agli altri, ma sono stanca di ascoltare ed aiutare gli altri…..a me chi ci pensa…nessuno…..sola con il mio tormento mi aggiro per queste stanze senza trovare pace, serenità e tranquillità….ho sempre creduto negli altri, e sono rimasta sempre  delusa, ma ormai sono cresciuta avrei dovuto imparare, ed invece niente mi fido ciecamente e poi arriva sistematicamente la bomba….ed oggi sta per esplodere dentro di me……
debbo controllarmi….se non altro per riordinare la mia vita e semplificare quella di chi mi sta intorno….non è facile stare al mio passo….la mia irruenza….la mia impulsività…….a volte supera la mia dolcezza e tenerezza e riesco ad essere, credo insopportabile, ma è sempre dovuto ad un comportamento non consono al mio IO….
Ma chi sono veramente?…..cosa voglio dalla vita?….cosa pretendo dagli altri???…forse esagero…forse sono fuori dai canoni normali…forse sono una esagerata?????????
Basta non desidero più sentire dirmi determinate cose, è arrivata l’ora di cambiare ritornello…..voglio cominciare a vivere libera….e priva di colpe che non esistono….
Non posso fermare le onde del mio mare in tempesta, ma posso sempre imparare a cavalcarle……
In genere ci riesco, ma sento che le forze mi abbandonano….
Non riesco a visualizzare il celeste nella mia mente….è triste ma è così……eppure dovrei ringraziare ogni giorno di esistere ed accettare…. Cercherò di arredare il mio tunnel con degli arcobaleni, dopo la pioggia arriva sempre la quiete…

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in pensiero, post guidato. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il mio tunnel…

  1. tinamannelli ha detto:

    E’ vero si passa la vita a sorridere, a essere forti, ad affrontare tutto con baldanza e invece… si vorrebbe avere una spalla su cui appoggiare la testa e piangere.Però se si è forti si riesce a trovare sempre qualcosa per abbellire il nostro tunnel…….bellissimo questo pezzo ci vedo tanto
    di me. Grazie jalesh molto bello davvero.
    Tina

  2. jekyllundhyde ha detto:

    La figura del pilastro ci deve essere, ma ovviamente dovresti anche tu avere un appoggio …..superlativo il tuo post

  3. Rosemary ha detto:

    Tra le righe, tanto dolore e sofferenza… Dolore che t’attanaglia e ti logora, squarciando ombre di sereno…
    E’ duro e faticoso essere il sostegno per glialtri: si avrebbe voglia di mollar tutto, ma non possiamo permettercelo…
    Stupenda chiusa in perfetto tema: “arredare il tunnel con arcobaleni” è senza dubbio un bel proponimento che lascia sperare in una tregua…
    Ros

  4. luciagriffo ha detto:

    “Non posso fermare le onde del mio mare…” in questi versi intensi, forti, profondi e tuoi ci sei tu…Non puoi fermare quelle onde, è facile dirsi lo so, devi cercare di cavalcarle con tutta la forza che hai! Devi farlo per te e per tutti quelli che ti vogliono bene!
    Lucia 🙂

  5. orofiorentino ha detto:

    Trovare chi possa veramente condividere il nostro sentire nel momento giusto è un miracolo…ma i miracoli dove si possono trovare? Ti abbraccio

  6. mondidascoprire ha detto:

    Io spero tu possa incontrare dei veri amici che non ti abbandonino mai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.