VICINANZA DI STELLE


 

Come verdi betulle
lungo i bordi degli occhi
nel gracidare silenzioso dei sogni
nascono ogni giorno i tuoi fili d’erba

Intrecci di mani
proprio dove le dita
scostano i confini
tra sussurro e silenzio

Dove anche le foglie rammentano
i tuoi gesti
L’ombra del tuo pensiero
che passa – accarezzandomi le labbra.

E sei
l’attimo che non invecchia
e mi raccoglie grappolo di vite,
acerbo. E maturo

Quel dolce sapore di vita
Frenesia del tempo che tu sei,
proprio mentre io
ti esisto

[dentro]

Maria Grazia Vai
dicembre duemilaundici

Questa voce è stata pubblicata in Metrica Giapponese. Contrassegna il permalink.

5 risposte a VICINANZA DI STELLE

  1. annysea ha detto:

    molto, molto bella ed apprezzata lirica…
    “mentre io
    ti esisto
    dentro”….
    woow!

  2. jalesh ha detto:

    Benvenuta Marie sono felice di trovarti sulla NostraCommedia..come sempre i tuoi versi sono meravigliosi

  3. orofiorentino ha detto:

    Che bello ritrovarti. Versi stupendi come sempre ti escono dal cuore

  4. flaviafra ha detto:

    Splendidi versi! Leggerti è sempre un’emozione.
    Flavia

  5. …finalmente a casa, ecco (come mi sento)
    grazie infinite Jane e a tutti voi
    marìe°

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.